febbraio 21, 2019 3 minuti di lettura

Il sogno di ogni amante della cultura è di trovare un posticino isolato, tranquillo, per poter leggere indisturbato e compiere viaggi sensazionali sfogliando le pagine dai bordi accartocciati, inebriati da un tocco esotico. Questi lettori accaniti sono alla costante ricerca di un posto che sia in grado di affascinarli, una risorsa da cui prendere ispirazione per dar vita alla propria vena artistica, che permetta loro di acquisire per poco una nuova identità.

Ma esiste davvero un posto del genere? Beh, cari lettori, sembra proprio di sì. Stiamo parlando della libreria “Acqua alta”, uno degli innumerevoli tesori nascosti della città galleggiante, un magico e pittoresco angolo di Venezia che gode della vista sulle acque turchesi di uno stretto e sinuoso canale.

Libreria Acqua Alta

Pensando alle sue caratteristiche uniche, potrebbe sembrare un posto spuntato dalla fervida immaginazione di Louis Carrol, noto per essere l’autore dell’incredibile scenario riconosciuto da tutti come uno dei più strambi e fantasiosi nella storia della letteratura.

Proprio come in “Alice nel Paese delle Meraviglie”, non manca l’apparizione di intelligenti gatti arroccati sugli scaffali e un ambiente surrealistico, per non dire altro. Questa libreria si è letteralmente appropriata di alcuni elementi di Venezia, e li introduce nelle sue piccole e romantiche stanze, per creare un’atmosfera da favola ed enfatizzare il legame indissolubile con la tradizione.

La libreria “Acqua Alta”, classificata tra le più belle del mondo, ci colpisce come il frammento di un sogno, uno stravagante e caleidoscopico microcosmo intrecciato a segreti e trame contorte. È un organismo a sè stante, ma in modo positivo, che con il proprio ritmo e respiro si cristallizza in un istante di caos apparentemente continuo, e piacevole disordine.

Librearia Acqua Alta Venezia - Meccaniche Veneziane

Ma dobbiamo essere più precisi. Dopo aver passeggiato lungo un vicolo tranquillo, sulla sinistra, ci imbattiamo in una bancarella, coperta di cartoline, quadri, e libri di ogni genere, sui quali alcuni timidi felini si assopiscono, distrattamente, o lasciano che alcuni turisti particolarmente gentili li coccolino. Lontana dagli influssi più invasivi, sotto l’ombra di tetti verdi e lussureggianti, si nasconde l’entrata di un mondo di carta stampata. Siamo accolti dagli sguardi misteriosi e penetranti dei gatti: stiamo varcando il loro territorio.

Dopo aver attraversato la soglia, incontriamo l’accogliente proprietario, Luigi Frizzo, un trovatore esperto, sempre disponibile a guidarti attraverso i colossi del suo micromondo. Siamo subito inondati da libri poggiati su scaffali dalle strane forme: gondole, barche in disuso, perfino vasche da bagno! La selezione di questi particolari elementi non è solo dovuta al loro indiscutibile legame con la storia della Repubblica Serenissima, ma anche a una ragione più pratica. Infatti, come ci suggerisce il nome stesso della libreria, quando l’acqua raggiunge il livello di 110 centimetri e striscia inarrestabile nei corridoi, i volumi rimangono perfettamente intatti nei loro strani contenitori galleggianti.

Qui, i visitatori possono esplorare i generi più disparati, lasciandosi inebriare dalla laguna e dall’intenso profumo delle pagine. Ci sono aree dedicate alla storia di Venezia, ma anche infiniti testi sull’arte, sul cinema, sulla cultura, sulla cucina e la fotografia. Inoltre, sgattaiolando nella stanza alla tua destra, potrai scoprire tantissimi volumi, fumetti e best-sellers in tantissime lingue diverse.

Libreria Acqua Alta Venezia - Meccaniche Veneziane

I libri appoggiati alle pareti scalcinate diventano una vera e propria forma di arredamento. E danno vita a uno straordinario mosaico di carta, e sculture affascinanti. Ma è solo proseguendo fino all’uscita posteriore che rimaniamo ipnotizzati da un luogo meraviglioso e indimenticabile. Prima della vista idilliaca di uno scorcio di laguna, c’è un comodo divanetto che invita gli amanti della lettura a dedicare un minuto a una rapida visita verso nuovi universi incontaminati. Circondata da un muro, la libreria mantiene un’aura intima ed impertubabile. Chi desidera provare il proprio coraggio, può provare a vedere cosa si nasconde dietro il muro, salendo su una indescrivibile scala: infatti, c’è una struttura ottenuta dall’utilizzo di libri che altrimenti sarebbero stati destinati al macero.

Dunque la libreria “Acqua “Alta” non è solo una giungla di volumi, un inimitabile gioiello di Venezia e una meta fondamentale per i turisti che mirano a creare un contatto con la magica realtà della laguna, ma anche un posto in cui ciò che gli osservatori più superficiali definirebbero inutile o sciatto, viene reinventata per dar vita a qualcosa di eccezionale e inimitabile.

Semplicemente come accade nei sogni migliori... 

 

Meccaniche Veneziane Team

Federica Filippi

Meccaniche Veneziane
Meccaniche Veneziane


Lascia un commento

I commenti sono sottoposti ad approvazione prima di essere mostrati.


Anche in News

Meccaniche Veneziane against Covid-19, our initiative for Bergamo Hospital
Meccaniche Veneziane contro Covid-19, la nostra iniziativa per l'ospedale di Bergamo

maggio 13, 2020 2 minuti di lettura

The Venetian Arsenale
L'Arsenale di Venezia

aprile 03, 2020 3 minuti di lettura

History of Nereide Submarine | Meccaniche Veneziane
Il sottomarino Nereide: una storia di Eroi

aprile 03, 2020 3 minuti di lettura