aprile 16, 2021 3 minuti di lettura 5 commenti

 

Contatto tra Venezia e il Regno del Bahrain

Venezia non rappresenta unicamente una città votata agli scambi commerciali, ma, oggi come in passato, è pioniere di unione e confronto tra differenti culture.

Durante il 2010, infatti, il Bahrain è stato il primo stato del Golfo Persico a partecipare alla Biennale di Venezia con un’installazione costituita da tre capanne di pescatori tipiche che hanno valso al Bahrain il Leone d’Oro.

L’esposizione, commissionata dall’allora ministro della cultura del Bahrain Mai Bint Mohammed Al Khalifa, trattava il declino della tradizionale industria ittica a vantaggio di una sempre più spinta modernizzazione della nazione.

 

La Storia del Bahrain

Per comprendere meglio lo stato del Bahrain è opportuno prima di tutto compiere un breve excursus sulla sua storia.

Il Bahrain è costituito da un gruppo di isole collocate presso la costa occidentale del Golfo Persico. La sua capitale è Manamah. Esse furono abitate fin dai tempi più antichi, ce lo dimostrano i suoi commerci fra la Mesopotamia e l’India.


Durante la sua storia, il Bahrain passò sotto una serie di dominazioni straniere.

Dal 1507, infatti, tale area venne occupata dai Portoghesi che vi stabilirono uno scalo per l’India. Successivamente, nel 1602 i Portoghesi furono cacciati da una rivolta e il Bahrein divenne una dipendenza diretta della Persia.

Nel 1783 il Bahrein divenne in seguito indipendente dai Persiani. Tale condizione fu tuttavia breve in quanto l'arcipelago fu conquistato dal sultanato dell’ Oman nel 1802.

Nel 1822 una nuova rivolta ripristinò l'indipendenza dello Stato. In questo periodo vennero stipulati dei trattati con la Gran Bretagna in base ai quali il Bahrein avrebbe rinunciato alla pirateria in cambio di una protezione da parte della Gran Bretagna da eventuali aggressioni esterne.

Successivamente, nel 1869 gli ottomani estesero il loro dominio lungo la costa araba del Golfo Persico e, con la mediazione britannica, ottennero il controllo sul Bahrain.


Con il collasso dell'Impero ottomano, nel 1916 il Bahrein divenne un protettorato britannico e lo rimase fino al 16 dicembre 1971, quando il Bahrein divenne definitivamente una nazione indipendente. Tale data è per lo stato del Bahrain una ricorrenza storica in quanto, dopo lungo tempo, esso fu di nuovo in grado di governarsi autonomamente senza alcuna interferenza da parte di stati stranieri.

 

Meccaniche Veneziane per il Regno del Bahrain

Per celebrare I 50 anni dall’indipendenza del Regno del Bahrain Meccaniche Veneziane ha deciso di produrre un’edizione limitata di soli 100 pezzi.

La collezione è costituita sulla base del modello Redentore che è stato interamente personalizzato. Come per la bandiera del Bahrain, il colore dominante dell’orologio è il rosso.


L’elemento alla vista più prezioso è certamente il quadrante con finitura soleil di colore rosso vivo. Esso è inoltre ornato con indici a numeri arabi applicati uno ad uno manualmente. Ad ore 6, è riportata la scritta “Regno del Bahrain” in caratteri arabi.

Girando l’orologio è possibile ammirare un fondello splendidamente decorato con un’incisione raffigurante il Bab Al Bahrain: un edificio storico del centro di Manamah tramite il quale si accede al Souq, il mercato coperto più importante della città.

Sul fondello è inciso il numero di serie di ogni orologio che va da 1 fino a 100.

Il cinturino è in pelle saffiano rossa. Questo tipo di pelle, molto utilizzato dalle più note griffe della moda, è stata scelto per la sua resistenza ai graffi ed alle abrasioni. Inoltre, il suo colore non sbiadisce nemmeno se esposto ai forti raggi solari del golfo persico.


Il retro del cinturino presenta un’impressione su fondo bianco, che richiama ancora una volta i colori della bandiera del Bahrain.

La dotazione dell’orologio comprende un secondo cinturino in pelle saffiano nera ed una garanzia cartacea che riporta il numero seriale.

Se state cercando un orologio in edizione limitata dall’aspetto esotico probabilmente questa è la proposta che fa per voi!

Che cosa ne pensate?
Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.

Scopri tutti i dettagli dell'Edizione Limitata Redentore Regno del Bahrain.

 

Meccaniche Veneziane S.r.l
Meccaniche Veneziane S.r.l


5 risposte

Minh
Minh

aprile 29, 2021

Tôi muốn mua đồng hồ này
Giá bao nhiêu

Talal
Talal

aprile 26, 2021

Bahrain watch is not available on the website

Francesco Fiano
Francesco Fiano

aprile 26, 2021

Il colore e i numeri danno un effetto meraviglioso che ti trasportano in un mondo favoloso.

Alfio
Alfio

aprile 18, 2021

Un orologio reso ancora più accattivante dalle finiture e dai materiali ricercati…notevole il lavoro sul retro del fondello e la grafica dedicata sul.quadrante.
Per rendere più prezioso l’insieme

Fulvio Grande
Fulvio Grande

aprile 17, 2021

Eleganza nella grafica,forza nel colore. STUPENDO!!!!

Lascia un commento

I commenti sono sottoposti ad approvazione prima di essere mostrati.